Insalata russa: perché si chiama così?

Insalata russa?

Vi siete mai chiesti quale sia l’origine della tanto amata insalata russa? Noi eravamo davvero curiosi e abbiamo voluto scoprirlo.
Antipasto adorato in Italia e nel Mondo, l’insalata russa è un piatto della tradizione attorno alla cui origine ruotano diverse teorie.
Vediamone alcune.

  1. Insalata russa e Regno Savoia

La prima ipotesi riconduce la nascita dell’insalata russa al Regno Savoia nell’Ottocento. Si narra che il cuoco di corte, in occasione della visita dello zar in Italia alla fine del secolo, abbia voluto ricreare un piatto a base di verdure comuni in Russia come patate e carote. La ricetta prevedeva un composto di ortaggi tagliati a quadretti, uniti da una cremosa panna che doveva ricordare la neve. In onore di tale ospite il piatto sarebbe stato battezzato con il nome “insalata russa”.

  1. Insalata russa o insalata Olivier

La seconda teoria, più accreditata, riconduce la creazione del piatto alla seconda metà dell’Ottocento, per mano di Lucien Olivier, cuoco di origine francese, nelle cucine del ristorante Hermitage di Mosca. Detta anche insalata Olivier, divenne in breve tempo piatto simbolo del locale.
La ricetta prevedeva pernici, patate lesse, uova sode, cetrioli sottaceto, tartufi neri, gamberi di fiume, cubetti di gelatina e sottaceti. Il grande successo dell’Insalata Olivier la rese così celebre da essere pubblicata su importanti riviste di cucina che diffusero il piatto in tutto il mondo.

  1. L’insalata dei ricordi

L’ultima patriottica e romantica possibilità, prevede che l’insalata russa risalga al Cinquecento, quando Caterina de Medici si trasferì in Francia. Lontana dalla penisola, la Regina sentiva fortemente nostalgia di casa. I cuochi personali, per affievolire la sofferenza della sovrana, crearono questa ricetta che, oltre a soddisfare la Regina, divenne celebre in tutto il Paese.

Le leggende che ruotano attorno a questo piatto sono davvero tante! Verità o fantasia la golosità di questo piatto l’ha portato a diffondersi in tutto il mondo! Pranzi, picnic, stuzzichini, l’insalata russa è caratteristica delle rimpatriate con amici e parenti. Come può mancare nei nostri menù? Ideale da accompagnare con le fresche bollicine Piemonte DOC.

Buona appetito!

Pia Bosca

CEO Bosca SpA Pia è nata ad Asti nel 1969, nella sesta generazione della famiglia che si occupa dell’azienda di casa dal 1831. Da sempre ha respirato l’aria del mondo dello spumante, sparkling in ogni sua sfaccettatura. Tanto che il papà Luigiterzo, per festeggiare il primo mese di Pia, sembra le abbia fatto assaggiare il suo più prezioso spumante intingendovi il mignolo: in famiglia si racconta che, quel giorno, separare Pia da quel goccio di spumante sia stato praticamente impossibile! Laureata in Giurisprudenza, oggi Pia è sposata e ha una bimba che ha iniziato alla vita allo stesso modo. Gestisce Bosca assieme ai fratelli: un lavoro che è anche una passione.

Iscriviti
alla newsletter

Carrello

  • Nessun prodotto nel carrello.
  • Per visitare il sito Bosca è necessario avere l'età consentita dalla legge per acquistare o consumare alcolici.
    Se nel tuo paese non esiste una legislazione in merito, devi avere almeno 21 anni.

    Accetto i termini e le condizioni di questo sito

    Privacy Policy