Prova costume: lo spumante fa ingrassare?

Non servono dati numerici dettagliati a conferma di un fenomeno di cui siamo tutti a conoscenza: a giugno, una delle ricerche più cliccate sul web è “prova costume”.

Questo perché con l’avvicinarsi inesorabile dell’estate si inizia a pensare alla spiaggia con occhio critico ben rivolto verso se stessi e il proprio aspetto fisico. Di solito, a questo processo segue dal menu una lenta eliminazione di tutto ciò che potrebbe peggiorare la situazione.

Mi riferisco in particolare ai dolci, i primi a cadere sotto la scure della dieta, ai fritti, ai salumi, ai formaggi… e agli alcolici. Premesso che mai eliminerei dalla mia dieta le bollicine, siamo sicuri che il vino e lo spumante facciano ingrassare?

Un mito da sfatare

È vero: l’alcol è calorico anche perché è il prodotto finale della fermentazione degli zuccheri. Inoltre, l’alcol fornisce calorie ma non apporta valore nutritivo. Quindi, a parità di calorie, non fornirà al nostro corpo le proteine, i carboidrati e i sali minerali di un piatto di pasta o di una bistecca.

Fatta questa fondamentale premessa, è importante ribadire però che il vino è inserito di diritto nella dieta mediterranea ed è considerato un alimento importante che non va demonizzato, nemmeno dal punto di vista calorico.

Questo vale, ovviamente, anche per lo spumante!

Bere informati

Per venire incontro alle esigenze dei consumatori, il Parlamento Europeo sta lavorando da tempo a un disegno di legge che imponga l’indicazione del contenuto calorico del vino in etichetta proprio come funziona con tutti gli altri alimenti.

Che il fatto ci trovi concordi o meno, in realtà esiste già un modo per calcolare approssimativamente le calorie contenute in un bicchiere di spumante.

Ecco i 4 parametri da tenere presenti:

  1. Quantità di alcol (titolo alcolometrico)
  2. Quantità di vino
  3. Peso specifico dell’alcol (0,79 kg/l)
  4. Valore energetico dell’alcol (7 calorie/grammo)

I parametri vanno moltiplicati tra di loro. Un esempio?

Un bicchiere di Prosecco DOC

Vediamo insieme quante calorie contiene un bicchiere di Prosecco DOC Bosca!

Ecco i dati:

Titolo alcolometrico: 11,5 % vol.
100 ml (un bicchiere)
0,79 gr/ml

La formula? (11,5×0,79×7)+(0,79×4)=67 calorie!

Un bicchiere di Prosecco DOC Bosca contiene poco più di 63 calorie, ovvero l’equivalente di un vasetto di yogurt intero al naturale.

Conclusioni

Insomma: non è proprio necessario rinunciare alla bollicina in nome della prova costume, basta bere responsabilmente proprio come in qualsiasi stagione dell’anno! Vuoi provare il nostro Prosecco DOC anche a giugno? Lo trovi qui!

Ps. Se invece preferisci evitare l’alcol e abbassare drasticamente le calorie, prova il nostro Toselli White senz’alcol

Pia Bosca

CEO Bosca SpA Pia è nata ad Asti nel 1969, nella sesta generazione della famiglia che si occupa dell’azienda di casa dal 1831. Da sempre ha respirato l’aria del mondo dello spumante, sparkling in ogni sua sfaccettatura. Tanto che il papà Luigiterzo, per festeggiare il primo mese di Pia, sembra le abbia fatto assaggiare il suo più prezioso spumante intingendovi il mignolo: in famiglia si racconta che, quel giorno, separare Pia da quel goccio di spumante sia stato praticamente impossibile! Laureata in Giurisprudenza, oggi Pia è sposata e ha una bimba che ha iniziato alla vita allo stesso modo. Gestisce Bosca assieme ai fratelli: un lavoro che è anche una passione.

Iscriviti
alla newsletter

Carrello

  • Nessun prodotto nel carrello.
  • Per visitare il sito Bosca è necessario avere l'età consentita dalla legge per acquistare o consumare alcolici.
    Se nel tuo paese non esiste una legislazione in merito, devi avere almeno 21 anni.

    Accetto i termini e le condizioni di questo sito

    Privacy Policy