Uova di Pasqua avanzate, come riciclare il cioccolato: 3 idee e abbinamenti

“Se nessuno ti vede mentre lo mangi, quel dolce non ha calorie”
Lo so: tanti di noi, ad aprile ormai inoltrato, saranno più concentrati sulle diete detox e sui centrifugati di verdure che non su cioccolato e dolcezze assortite. Però, le uova di Pasqua avanzate in qualche modo vanno eliminate, altrimenti ci ritroveremo a piluccarle dalla dispensa per tutto il mese di maggio.
Una buona idea? Organizza una merenda a base di cioccolato, abbina ai dolci un buon vino e invita i tuoi amici a partecipare. Scommettiamo che non resterà più nemmeno una scaglia di cioccolato?

Dalla merenda al dopo cena

Merenda è una parola che piace tanto a noi piemontesi. Più avanti vi racconterò della merenda sinoira, un’usanza tutta regionale e che affonda le radici nell’Italia contadina di un tempo, ma oggi resterò sul classico.

Vi propongo tre abbinamenti per una merenda o un dopo cena con amici a base di cioccolato riproposto con un po’ di fantasia!

  1. Frutta al cioccolato + Sparkletini: parto giocando in casa e propongo un dolce poco calorico e fresco che ben si abbina con la bollicina innovativa Bosca, lo Sparkletini. Non serve una vera e propria ricetta: basta intingere la frutta a pezzi o in mono porzioni nel cioccolato fuso e servirla su un grosso piatto da portata lasciando, ben in vista, tovaglioli e stecchini di legno. Un’idea in più? Servi la frutta già porzionata e lascia che siano gli ospiti a intingerla in ciotole piene di cioccolato fuso (fondente, al latte, bianco, gianduia…). Aggiungi qualche ciotola di granella di pistacchi, codette colorate di zucchero, frutta secca spezzettata mista a uvetta e bacche di goji e il gioco è fatto. Servita con lo Strawberry Sparkletini è elegante, con the e succhi di frutta farà divertire i bambini.
  2. Praline al cioccolato + Vermouth rosso: l’estate si avvicina e questo, per gli amanti del Natale, è l’ultimo momento utile per provare ancora una volta il caldo abbraccio delle spezie. Sai preparare le praline al cioccolato? (Se la risposta è no, non preoccuparti: ecco una ricetta base) Inserisci nella ricetta chiodi di garofano, rabarbaro e agrumi, anche sotto forma di bucce candite. Abbina queste squisitezze a un cocktail a base di Vermouth rosso o anche a del Vermouth liscio con una spruzzata di soda e una scorza d’arancia. Il momento ideale? L’aperitivo, un dolce aperitivo.
  3. Croccante di cioccolato + Barbera DOCG: torniamo in Piemonte con una domanda. Chi l’ha detto che il cioccolato sia difficile da abbinare al vino? Giocando sulla regionalità è difficile sbagliare. Se ti è rimasto del cioccolato gianduia scioglilo e versalo su una manciata di nocciole piemontesi (cercando di dare al composto la forma di barrette) e poi lascia raffreddare. L’abbinamento perfetto, dicevo, è con una Barbera non giovanissima – altrimenti i tannini potrebbero aggredire la morbidezza del cioccolato – o addirittura con un sontuoso Barolo. Visto il grado alcolico, più che per la merenda questo abbinamento è adatto a un dopo cena in compagnia dei più cari amici.

Li trovi qui

Le idee da mettere in campo (o meglio, in tavola) sono molte più di tre. Con un po’ di fantasia, non solo riuscirai a riutilizzare il cioccolato delle uova di Pasqua avanzate, ma anche a bere dell’ottimo vino o delle buonissime bollicine in abbinamento!

Se lo desideri, lo Sparkletini, il Vermouth rosso Bosca, il Barolo DOCG e la Barbera D’Asti DOCG li trovi qui.

Pia Bosca

CEO Bosca SpA Pia è nata ad Asti nel 1969, nella sesta generazione della famiglia che si occupa dell’azienda di casa dal 1831. Da sempre ha respirato l’aria del mondo dello spumante, sparkling in ogni sua sfaccettatura. Tanto che il papà Luigiterzo, per festeggiare il primo mese di Pia, sembra le abbia fatto assaggiare il suo più prezioso spumante intingendovi il mignolo: in famiglia si racconta che, quel giorno, separare Pia da quel goccio di spumante sia stato praticamente impossibile! Laureata in Giurisprudenza, oggi Pia è sposata e ha una bimba che ha iniziato alla vita allo stesso modo. Gestisce Bosca assieme ai fratelli: un lavoro che è anche una passione.

Iscriviti
alla newsletter

Carrello

  • Nessun prodotto nel carrello.
  • Per visitare il sito Bosca è necessario avere l'età consentita dalla legge per acquistare o consumare alcolici.
    Se nel tuo paese non esiste una legislazione in merito, devi avere almeno 21 anni.

    Accetto i termini e le condizioni di questo sito

    Privacy Policy